Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar  Myanmar

DAWEI

Dawei è la capitale della regione di Tanintharyi, la parte meridionale del Myanmar. Si tratta di una regione costiera che copre una superficie di oltre 4184 kmq. Storicamente, è stato un importante porto commerciale. Presenta un’interessante architettura coloniale, con molti vecchi bungalow in legno, con tetto di paglia e alcune ville in mattoni e stucco. Dawei è costellata di isole e famose pagode storiche.

Scoprite la natura insieme ad un ricco patrimonio storico e culturale.

RICCA STORIA

Dawei è una città con una ricca storia che risale all’XI secolo, quando faceva parte dell’Impero Pagano. Faceva parte del Regno Sukhothai e del suo successore, il Regno Ayutthaya (Siam) dal XIII al XVI secolo. Da allora, la città è stata conquistata più volte dal Siam e dalla Birmania fino a quando gli inglesi la presero in mano intorno al 1824-1826. Sotto il dominio britannico, Dawei era conosciuta come Tavoy. Dopo l’indipendenza nel 1948, Tavoy entrò a far parte della Divisione Tenasserim che comprendeva anche l’attuale Stato Mon. Nel 1974, lo Stato Mon divenne uno stato indipendente e Tavoy divenne la capitale di Tenasserim. Nel 1989, il nome della città è stato cambiato in Dawei da Tavoy e il nome dello stato è cambiato in Tanintharyi. Le parti antiche di Dawei ospitano ancora edifici che testimoniano questa ricca storia, qualcosa che ogni viaggiatore che si reca a Dawei deve assolutamente conoscere.

AFFASCINANTI PAGODE

Dawei ospita alcune delle più belle pagode della regione. Le più interessanti sono la Pagoda Shin Motehti situata a sud della città, la Pagoda Shin Datweh situata a nord e la Pagoda Shin Maw situata sul promontorio. La Pagoda Lawka Tharaphu, con una statua del Buddha disteso lunga 74 metri, rimane una delle mete turistiche più popolari della città. Ognuna di queste pagode è unica a suo modo e non solo perché è un luogo di culto, ma anche per l’immensa importanza culturale e storica. La Myaw Yit Paya situata vicino alla spiaggia di Maung Magan è un’altra popolare meta turistica. Questa pagoda si trova nel centro dell’isola ed è stata costruita assemblando enormi rocce – un luogo da non perdere per ogni turista.

SPLENDIDE SPIAGGE E ISOLE

Essendo una città di mare, Dawei è la patria di spiagge di una bellezza mozzafiato che sono anche popolari destinazioni turistiche. Uno dei luoghi più popolari è Maungmakan Beach, un luogo pulito e sereno per rilassarsi e rilassarsi. Si può gola su frutti di mare freschi nei vari ristoranti e caffè situati in questa spiaggia. Sat Sar Awww, Phoe-Phoe Kyauk e Sin tauk sono altre spiagge che meritano una visita. Dawei ha anche incredibili isole nelle vicinanze. Loung lone boke island e Pae Zin island sul mare delle Andamane rimangono le isole più visitate intorno a Dawei. I turisti possono impegnarsi in attività come snorkeling, pesca e gite in barca in queste isole. Il pittoresco tramonto da queste isole è qualcosa che si ricorderà di una vita.

RICCA STORIA

Dawei è una città con una ricca storia che risale all’XI secolo, quando faceva parte dell’Impero Pagano. Faceva parte del Regno Sukhothai e del suo successore, il Regno Ayutthaya (Siam) dal XIII al XVI secolo. Da allora, la città è stata conquistata più volte dal Siam e dalla Birmania fino a quando gli inglesi la presero in mano intorno al 1824-1826. Sotto il dominio britannico, Dawei era conosciuta come Tavoy. Dopo l’indipendenza nel 1948, Tavoy entrò a far parte della Divisione Tenasserim che comprendeva anche l’attuale Stato Mon. Nel 1974, lo Stato Mon divenne uno stato indipendente e Tavoy divenne la capitale di Tenasserim. Nel 1989, il nome della città è stato cambiato in Dawei da Tavoy e il nome dello stato è cambiato in Tanintharyi. Le parti antiche di Dawei ospitano ancora edifici che testimoniano questa ricca storia, qualcosa che ogni viaggiatore che si reca a Dawei deve assolutamente conoscere.

AFFASCINANTI PAGODE

Dawei ospita alcune delle più belle pagode della regione. Le più interessanti sono la Pagoda Shin Motehti situata a sud della città, la Pagoda Shin Datweh situata a nord e la Pagoda Shin Maw situata sul promontorio. La Pagoda Lawka Tharaphu, con una statua del Buddha disteso lunga 74 metri, rimane una delle mete turistiche più popolari della città. Ognuna di queste pagode è unica a suo modo e non solo perché è un luogo di culto, ma anche per l’immensa importanza culturale e storica. La Myaw Yit Paya situata vicino alla spiaggia di Maung Magan è un’altra popolare meta turistica. Questa pagoda si trova nel centro dell’isola ed è stata costruita assemblando enormi rocce – un luogo da non perdere per ogni turista.

SPLENDIDE SPIAGGE E ISOLE

Essendo una città di mare, Dawei vanta spiagge di una bellezza mozzafiato che sono anche popolari mete turistiche. Uno dei luoghi più popolari è la spiaggia di Maungmakan, un luogo pulito e tranquillo per rilassarsi e distendersi. Si possono gustare frutti di mare freschi nei vari ristoranti e caffè che si trovano su questa spiaggia. Sat Sar Awww, Phoe-Phoe Kyauk e Sin tauk sono altre spiagge che meritano una visita. Dawei ha anche meravigliose isole nelle vicinanze. Le isole Loung Lone Boke e Pae Zin sul mare delle Andaman rimangono le isole più visitate intorno a Dawei. In queste isole i turisti possono praticare attività come lo snorkeling, la pesca e le gite in barca. Il suggestivo tramonto dalle isole è qualcosa che si ricorderà per tutta la vitaù.

LUOGHI FAMOSI

La Pagoda Shin Mokhti di Dawei è un luogo da non perdere. Si ritiene che questa pagoda sia stata costruita 600 anni fa. La gente del posto continua a rendere omaggi qui. Si trova a pochi chilometri a sud di Dawei.

Shwe Tha Lyaung Daw Mu Buddha statue is situated at the edge of Dawei, around 5 kilometres from the central Strand Road Market. Built in 1931, the statue is 74 metres long and 21 metres high. It is one of the popular tourist attractions of Dawei.

La spiaggia di Muang Ma Kan si trova a 19 chilometri dalla città, tra le colline da un lato e il mare dall’altro. A mezz’ora a piedi dalla spiaggia si raggiunge un grazioso villaggio di pescatori con piccole imbarcazioni ormeggiate nel suo porto.